Memorie di pietra



Autore: Giovanni Carlucci
Pagine: 144
Formato: 17 x 24 cm
Confezione: Legatura in brossura
Lingua: Italiano
ISBN: 978-88-501-0357-7
Sin dal mondo antico, e dagli albori della scrittura, le parole più durevoli, quelle che ciascuna comunità intendeva consegnare al futuro, a memoria perenne, sono state scritte sulla pietra. Epigrafia e architettura scorrono da allora in connubio perenne: una simbiosi che vede gli edifici come supporti significanti di significati che di volta in volta si sostanziano verbalmente nelle iscrizioni, nelle lapidi, nei cartigli che ne segnano e adornano le superfici. Per questa missione speciale, di consegnare fatti luoghi e persone di particolare riguardo alla custodia di una memoria più lunga, le epigrafi rappresentano per antonomasia il modo con cui una comunità costruisce “per exempla”, anche inconsapevolmente, la propria autorappresentazione sociale. Un “teatro della memoria” che guardato nell’insieme, ad esempio ordinando e raggruppando le epigrafi per tipologie, evidenzia in modo chiaro e sociologicamente rilevante le dinamiche sociali. In questa ottica, la sistematica raccolta, trascrizione e chiarificazione della scaturigine storica di ciascuna iscrizione teatina compiuta dall’Autore, diviene una sorta di “abaco” facilmente ragionabile della ricerca di visibilità sociale, di iscrizione imperitura nella memoria della città, di primato storico e morale, oltre che sociale.
Offerta Speciale: Risparmi il 15%.

€ 19,00 € 16,15



   


Powered by Webzone.it